Date

19 - 20 - 21 Agosto 2018

LUOGO

Centro storico di Cleto (CS)

Spazi

6 location

SPETTACOLI

30 Artisti

IL FESTIVAL / un festival nel cuore del borgo antico

Ogni estate, nel mese di agosto, si ripete la magia: il centro storico di un piccolo borgo calabrese, Cleto, abbandona il silenzio e la tranquillità per riempirsi di vita e movimento. E’ il momento del Cleto FESTIVAL tre serate di musica, arte e incontri, legati da un filo conduttore, in un luogo dal fascino antico.

Un progetto culturale nato dal basso, ideato e costruito pezzo dopo pezzo da ragazzi e ragazze che vivono il territorio, ne riconoscono i punti di debolezza ma anche le numerose potenzialità.

Ideato dall’associazione La Piazza nell’estate del 2011 il festival promuove la buona cultura calabrese tramite l’arte in tutte le sue forme, dalla musica al teatro, dalle arti figurative alla fotografia, passando per la letteratura e le arti concettuali, trasformando le strade del borgo in una vetrina per artisti locali emergenti e non e, al tempo stesso, una cornice ideale per incontri e convegni.

Tutto questo senza percepire nessun finanziamento pubblico ma solo tramite l’auto-finanziamento e l’aiuto economico dei privati che apprezzano e sostengono il progetto.

EDIZIONE 2018
RISVEGLI sarà il tema dell’ottava edizione e sarà un’edizione diversa e reinventata.

Sette anni di Cleto FESTIVAL che hanno visto concretizzare un’idea che un gruppo di persone aveva in testa da tempo. Ridare vita ad un luogo, recuperare un senso di comunità perduto, entrare a far parte di una rete culturale che anima e lavora in tutta la Regione e non solo. 
Sette anni in cui abbiamo dimostrato che, con le buone idee, tanto impegno e senza avere risorse economiche, è possibile realizzare grandi progetti. Sette anni in cui ci siamo dovuti imporre tra mille difficoltà e ostacoli, mostrando che la nostra vera intenzione era solo e soltanto dare concretezza al territorio.

Tutto quello che era nelle nostre possibilità come associazione è stato fatto, ma dopo anni di investimenti, di risorse umane e di idee, arrivano dei momenti in cui bisogna fare un resoconto e capire che se si presentano dei problemi, far finta di non vederli non li risolve, anzi li peggiora. 
Per tale motivo a Marzo 2018 abbiamo fortemente voluto un incontro con l’amministrazione comunale di Cleto, per evidenziare alcune preoccupazioni in riferimento allo stato del borgo che secondo noi non ci permettevano di affrontare l’organizzazione del festival con la spensieratezza delle passate edizioni.

Le motivazioni possono essere riassunte in due punti principali:

SICUREZZA
La questione della sicurezza che riguarda principalmente le tante persone che ogni anno partecipano durante le tre serate, delle quali (permettetecelo) non possiamo assumerci la responsabilità totale per il luogo perchè un piano di sicurezza (che ormai da anni presentiamo al fine di ridurre al minimo eventuali rischi con tutte le precauzioni) non è applicabile a situazioni che non ci competono e che vanno oltre l’evento. Impensabile essere responsabili per chi ha un disinteresse per le abitazioni, abbandonate e fatiscenti, creando danni non indifferenti a noi, ma soprattutto all’intera comunità. Con il nostro operato avevamo la presunzione di voler mostrare le potenzialità di Cleto aspettandoci una tutela del progetto. Ma cosi non è stato.

COERENZA
Il Cleto FESTIVAL non è una festicciola (come alcuni pubblicamente definiscono). Il Cleto è un evento che ha solide basi culturali di #promozioneterritoriale, nato da una esigenza, fondato sulla conoscenza diretta del luogo, e costruito sulle potenzialità da sfruttare ma ancora di più sulle problematiche da risolvere.  Esiste un problema serio e va risolto e non vogliamo far finta di nulla, non vogliamo assecondare passerelle o articoli di giornale solo e soltanto per un momento di notorietà.

Vogliamo contribuire fortemente per far si che la situazione in cui vive il borgo venga ancora di più messa in evidenza e, per tale motivo, in completa autonomia abbiamo deciso di proporre delle nuove location e reinventare in il Cleto FESTIVAL.

Sarà un’edizione di rappresentanza come entità di un luogo che, anche difronte a delle difficoltà, non resta ferma e immobile ma in puro stile Cleto Festival si rimbocca le maniche e si attiva.

Il 19/20/21 Agosto 2018 sarà un’edizione diversa che avrà come tema centrale il BORGO DI CLETO, la sua difesa, la sua tutela e la sua salvaguardia.

Invitiamo voi tutti a contribuire e a partecipare per dare forza ad un’idea che da sette anni vive grazie al contributo e la volontà di tanti.

Guarda il video dell'edizione 2017

Le tante anime del Festival

musica_CF
Da sempre la musica rappresenta un momento di socializzazione e di divertimento che in un festival non può di certo mancare. Nel corso degli anni tanti gli ospiti che si sono esibiti con vari generi sul palco del Cleto Festival, da artisti aderenti a progetti importanti come Musica contro le mafie a musicisti emergenti e non provenienti dall’Italia e da varie parti del mondo.

teatro_CF
Forma d’arte per eccellenza in un palcoscenico naturale, trasmetterà emozioni, accenderà la fantasia e stuzzicherà le coscienze.
Grazie alla bravura degli artisti si racconteranno storie e si affronteranno temi che affascineranno lo spettatore che, in alcuni casi, può diventare parte integrante dello spettacolo. Ampio spazio anche al teatro per i più piccoli con un vicolo a loro dedicato.

Artisti_di_Strada_CF
Ogni anno artisti di strada provenienti da varie parti d’Italia e non solo, incantano con le loro acrobazie e i loro spettacoli gli spettatori occupando i vicoli con la loro arte, riportando in vita il piccolo borgo considerato ormai fantasma.

gli_incotri_CF
Durante i tre giorni, ampio è lo spazio dedicato ai momenti di discussione e confronto grazie alle tematiche scelte e la presenza di ospiti come giornalisti, sindaci antimafia, imprenditori, volontari di associazioni e personalità della cultura che con le loro testimonianze hanno contribuito negli anni alla crescita de festival.

mercatino_CF
Mercatino dell’Insolito, un bazar ricco di curiosità e artigianato locale che si snoda lungo i vicoli del borgo.
Uno spazio riservato ad artisti e artigiani che desiderano esporre le loro creazioni durante le serate del festival.
Chi visita il mercatino potrà scovare manufatti, oggetti d’arte, ma anche scoprire storie, mestieri e tanta creatività.

la_mostra_CF
Per raggiungere il centro storico di Cleto si attraversano stradine in salita, vicoli stretti e piccoli spiazzi. Questo breve percorso ospita ogni anno mostre d’artemostre fotografiche o installazioni artistiche.
Ci piace dare spazio ad artisti locali emergenti, a mostre e lavori legati al tema dell’edizione, al territorio o di forte interesse culturale.

gastronomia_CF
Il Cleto Festival promuove il cibo buono, il cibo sano e il cibo giusto.
Per tutte e tre le serate potrete degustare i prodotti della gastronomia locale a Km Zero uniti ai prodotti di Libera Terra e del mercato Equo Solidale della bottega Otra Vez, creando cosi un mix di lotta alle multinazionali e mettendo nello stesso tempo “le mafie in pentola”!

attività_CF
Durante i pomeriggi del festival numerose le attività pensate per socializzare e vivere l’evento. Laboratori di danza popolare, di giocoleria, visite guidate, presentazioni di libri, performance musicali e teatrali all’interno del castello medievale per unire arte e paesaggio riscoprendo la bellezza delle cose.

I nostri sponsor

Diventa nostro sponsor

Donazione

Il Cleto  FESTIVAL  non percepisce nessun finanziamento pubblico ma si sostiene grazie all’auto- finanziamento e l’aiuto economico  dei privati che apprezzano e sostengono il progetto.

Sostieni anche tu il Cleto FESTIVAL con una donazione (anche piccola) oppure acquistando uno dei nostri gadget durante le tre sere del festival.

PROGRAMMA 2018

Apertura VIII edizione Cleto Festival

IL RISVEGLIO DEL BORGO saluti: Giuseppe Longo - Sindaco di Cleto interverranno: Carola Nicastro - Ass.La Piazza/Borgo Pietramala Ivan Arella - Ass.La Piazza/Borgo Pietramala Bornino Giuseppe - Restart Cosenza Vecchia Armando Canzonieri - Restart Cosenza Vecchia Stefano Catanzariti - Comitato Piazza Piccola Chiara Semenzin - Architetto Debora Tarzia - Architetto modera: Dante Prato - Giornalista

GENTI DI CALABRIA una rivoluzione culturale

Interverranno: Ivan Arella - Cleto Festival Giorgia Rizzo e Laura Miceli - Liceo Classico Galluppi (CZ) Nedia Mahboub - Liceo Linguistico T. Cappanella Lamezia T. Francesco Mazza - Regista e Ideatore del progetto modera: Francesco Brancatella - Giornalista Rai

Arti di Strada: THE GIPSY MARIONETTIST

Si tendono i fili e si aprono i sorrisi. Ogni marionetta è ispirata ad un componente della propria famiglia. Ogni marionetta è un'atmosfera, una fotografia diversa. Si risolvono e districano i rapporti familiari filo per filo durante un racconto simbolico e divertente, un viaggio rocambolesco dalla Jugoslavia in guerra all'Italia.

Incontro: RISVEGLI TERRITORIALI

saluti: Giuseppe Longo - Sindaco di Cleto interverranno: Angela Sposato - Gastrosofica Giulia Colavolpe - Imprenditrice Stefania Emanuele - Project Manager Borgo Slow Anna Laura Orrico - Parlamentare Componente della X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) modera: Franco Roppo Valente - Ass. La Piazza

Teatro: VITE A CASO

un azzardo teatrale di Francesco Aiello, Bornino Giuseppe e Armando Canzonieri

Arti di Strada: THE GIPSY MARIONETTIST

Si tendono i fili e si aprono i sorrisi. Ogni marionetta è ispirata ad un componente della propria famiglia. Ogni marionetta è un'atmosfera, una fotografia diversa. Si risolvono e districano i rapporti familiari filo per filo durante un racconto simbolico e divertente, un viaggio rocambolesco dalla Jugoslavia in guerra all'Italia.

Incontro: Presentazione del libro MIMI’capo tosta

saluti: Giuseppe Longo - Sindaco di Cleto interverranno: Tiziana Barilla - Giornalista e autrice del libro Francesco Cirillo - Giornalista militante Mimmo Lucano - Sindaco di Riace modera: Franco Roppo Valente - Ass. La Piazza

Arti di Strada: THE GIPSY MARIONETTIST

Si tendono i fili e si aprono i sorrisi. Ogni marionetta è ispirata ad un componente della propria famiglia. Ogni marionetta è un'atmosfera, una fotografia diversa. Si risolvono e districano i rapporti familiari filo per filo durante un racconto simbolico e divertente, un viaggio rocambolesco dalla Jugoslavia in guerra all'Italia.

ARTISTI IN MOSTRA

Durante i tre giorni del festival sarà possibile visitare negli spazi del festival, mostre artistiche e fotografiche.• CID Ass. di Volontariato Creativi Indipendenti Davolesi • Christian Cosentino Installazioni • Camera 237 con la collaborazione di Marco Stefanelli  Installazione: La città che parla • PHOTOCUNTI RISVEGLI Guido Guglielmelli • Marzia Lucente • Valentina

I nostri partners

Ospitalità / trova le tue risposte

Puoi vivere interamente i tre giorni del festival in tre diverse formule:

Strutture Turistiche convenzionate

Posti letto all’interno delle case messe a disposizione dei privati

Campeggio Libero (area autorizzata al campeggio per i soli giorni del festival, servizi minimi quali docce, bagni chimici e fontana)

Per maggiori info: +39 327 2566224

IN TRENO

Arrivo presso la stazione ferroviaria di Amantea (CS). Autobus Ferrovie della Calabria | Amantea - Cleto partenza ore 13:20 dalla Pensilina sulla statale SS.18 che dista 260 metri dall'uscita della stazione dei treni.

IN AEREO

Aeroporto di Lamezia Terme (CZ)

IN AUTO

dall’autostrada A3 SA-RC

  • Uscita Autostrada Falerna e svoltare a sinistra • Immettersi sulla SS18 direzione Amantea e percorrerla per 9 Km. • Giunti all’incrocio di Campora S. Giovanni, svoltare completamente a destra e passare al disotto del piccolo cavalcavia (direzione Area Industriale Campora San Giovanni) e percorrere la strada per 3 Km • In località Quintieri, svoltare a sinistra all’incrocio e proseguire per 6,4 Km • Giunti all’incrocio CLETO-SAVUTO-AIELLO svoltare a sinistra direzione CLETO.

Dove siamo

Centro Storico
Cleto (CS), Calabria
Italia
+39 3898789518

Più informazioni

Contattaci / Hai una domanda da fare? Vuoi inviarci una proposta artistica? Sei un artigiano e vuoi partecipare al mercatino?

Titolo